Come trovare personale qualificato

Come trovare personale qualificato online

Se ricerchi dipendenti per la tua azienda, non puoi non esserti posto la domanda: “Come ricercare del personale qualificato?”: questo perché se sulla carta sembra semplice (o forse neanche sulla carta), nella realtà è un processo complesso, e fare la scelta giusta può rivelarsi arduo.

Ci viene in soccorso internet e il mondo digital

Prima dell’avvento di internet, bastava stampare un foglio che riportasse la posizione aperta, e attaccarlo in vetrina con lo scotch. Sul foglio campeggiava cosa si stava cercando, in che periodo e un accenno di retribuzione: caratteri grandi, tanto colore e nastro biadesivo. Beati anni ‘90, non torneranno mai più. 

Ma nel 2021, come puoi trovare il personale qualificato online? Questa, ad oggi, è la domanda di molte aziende (soprattutto PMI). La digitalizzazione non ha cambiato soltanto la natura del lavoro, ma anche la ricerca e l’incontro tra domanda e offerta. Ma dimentichiamoci lo scotch e il Comic Sans MS, e facciamo un po’ di chiarezza!

Un processo a più fasi delicato e strategico

Ogni singolo dipendente della tua attività, qualunque essa sia, contribuisce al successo o all’insuccesso dell’azienda. Gli ingranaggi aziendali devono funzionare in armonia: ecco perché non puoi permetterti di sbagliare, quando si parla di un processo di recruiting: occorre conoscere le strategie e le tecniche di selezione del personale, per capisci qualcosa!

In questo articolo vogliamo fornire ai nostri lettori qualche spunto su come selezionare i dipendenti, sfruttando i metodi tradizionali e i metodi innovativi del recruiting.

Identificare la risorsa necessaria

La prima fase della tua ricerca e selezione del personale, non può che partire da una chiara definizione della risorsa che stai cercando. Questo già lo sai, ma noi ti spieghiamo come farla al meglio: devi avere le idee chiare!

Come fare ricerca e selezione del personale?

Analizza il contesto dell’azienda, o il comparto in cui vuoi inserire un nuovo dipendente. Quali competenze tecniche gli occorreranno per poter svolgere le mansioni? Lavorerà da solo o in team? Quali competenze trasversali sono indispensabili per lavorare bene? Queste considerazioni puoi farle da solo, o chiedendo il supporto di un membro del team.

Ragiona anche in termini di seniority: preferisci una persona con esperienza e idealmente autonoma, oppure una risorsa giovane da formare sulla base delle specifiche esigenze dell’azienda? Ricorda che in caso scegliessi un dipendente alla prima esperienza, dovrai dedicare tempo e impegno nella sua formazione!

Definisci la tua ricerca: job description e canali di sourcing

Job description impeccabile

Una volta identificato il candidato ideale, puoi precedere alla stesura dell’annuncio di lavoro. Alcuni elementi a cui prestare attenzione sono: una descrizione del tuo candidato ideale nel modo più preciso possibile (a livello di hard skill e soft skill), il luogo in cui il dipendente svolgerà la sua professione, la qualifica professionale, le competenze tecniche e quelle trasversali, e la tipologia contrattuale che vuoi offrire. Descrivere bene le mansioni è una parte fondamentale della job description.

Alcune tips sulla job description

  • Se pensi che “Più CV ricevo più ho possibilità di trovare il personale da assumere proprio come lo cerco”, in realtà potresti solamente ritrovarti con più CV da visionare. Restringi la ricerca, sarà più facile – per il tuo candidato dei sogni – riconoscersi nella job description!
  • Un elemento fondamentale, nell’adeguare la tua ricerca alla risorsa ideale, è capire come permettere alle persone di farsi conoscere al meglio: se stai cercando un grafico, o una persona pertinente a mansioni creative, sarà utile richiedere un portfolio dei suoi lavori. 
  • Ancora, potresti desiderare un video presentazione o una cover letter, a corredo del curriculum. Se è così, specificalo!

Scegli i canali di sourcing giusti

Internet è uno strumento meraviglioso: utilizzalo! Infatti il web pullula di canali di sourcing di candidati: analizza quelli che ti sembrano più adeguati e posta il tuo annuncio!

Abbi cura di specificare dove vuoi ricevere le candidature, così che i candidati siano reindirizzati nel luogo – fisico o virtuale – giusto: nessun problema se vuoi ricevere le candidature a mano nella sede aziendale, però devono saperlo con precisione.

Screening dei candidati 

Le candidature iniziano ad arrivare e ti senti sommerso? Nessun problema, basta attenersi ai criteri che hai fissato all’inizio. Un consiglio però è di valutare anche ciò che non è prettamente inerente alla posizione lavorativa, se pensi possa contribuire al percorso del candidato in azienda. 

Una strategia per non impazzire è assegnare dei punteggi sulla base dei criteri che hai settato all’inizio: su una scala da 1 a 10 assegnerai dei punti sulla base della corrispondenza del candidato alle tue richieste. Al termine di questa operazione, avrai una classifica dei candidati, utile per gli step successivi.

Alcune tips sullo screening

  • Molto spesso sono gli stessi candidati a segnalare, nel curriculum, tutte le piattaforme social su cui sono presenti. Costituiscono un arricchimento al loro profilo, ed è un peccato non controllare! Non si tratta di spionaggio industriale, ma di non tralasciare alcun dettaglio. Se questi profili sono aperti, è ancora più probabile che siano consapevoli del fatto che i recruiter li vedranno. 
  • Su Linkedin troverai uno spaccato della vita lavorativa dei tuoi candidati: oltre a informazioni sicuramente presenti sul CV, osserva la loro rete, gli articoli che condividono e gli aggiornamenti che consigliano.
  • Su Instagram ti farai un’idea delle loro passioni, di come occupano il tempo e di qualche dettaglio inedito sul loro percorso; dai un’occhiata anche a TikTok, siamo piuttosto sicuri che non troverai solo balletti. 

Il colloquio

Infine, dopo una ricerca incrociata, hai finalmente trovato una rosa di papabili candidati. Ecco come procedere: parti da un colloquio telefonico per farti un’idea preliminare della persona che incontrerai. Successivamente, potrai fissargli il colloquio conoscitivo. Vediamo nel dettaglio i vari tipi di colloqui.

Colloquio telefonico preliminare

Con ogni probabilità, i candidati indicheranno nel loro CV un numero di telefono a cui vogliono essere contattati. Puoi effettuare un primo colloquio al telefono, per stabilire un primo contatto e fornire loro maggiori informazioni sulla posizione lavorativa; ci sono però alcuni consigli che dovresti seguire, se intendi effettuare colloqui telefonici. 

  • Telefona in orario lavorativo: approssimativamente, dalle 9 alle 18 è un arco temporale in cui è consigliabile telefonare ai candidati; 
  • Quando telefoni, accertati che sia un buon momento: il candidato potrebbe essere al lavoro, e i suoi datori di lavoro potrebbero non essere a conoscenza del fatto che stia cercando un nuovo impiego; 
  • Presentati e introduci la posizione e l’azienda in cui si è candidato: non è impossibile che si sia candidato a più offerte di lavoro, e che magari non ricordi con precisione tutti i dettagli.

Colloquio conoscitivo in presenza o da remoto

Dopo lo screening dei CV e il colloquio telefonico, puoi iniziare a fissare colloqui alla rosa di candidati che hai identificato! 

Prima di addentrarci nel dettaglio del colloquio conoscitivo, abbi cura di fornirgli tutte le informazioni necessarie per raggiungerti, che si tratti del tuo ufficio o di Zoom.

Le domande da porre al candidato dovranno essere personalizzate, in base alla posizione, alla seniority e al livello di istruzione: calibrarle su di lui è indispensabile ai fini della valutazione delle competenze. Ma quello che teniamo a dirti, è che il colloquio è il primo contatto che il candidato avrà con l’azienda: questo significa una cosa sola, ovvero personal branding. Rendi l’esperienza piacevole, ne va della reputazione dell’intera azienda!

Potrai chiedere loro di presentarsi, di raccontare la loro esperienza lavorativa, oppure qualche situazione interessante che hanno affrontato a livello lavorativo (sfide o problemi complessi, e di come li hanno risolti). 

Durante il colloquio, presta attenzione anche al modo in cui si relazionano, e dalle domande che ti porranno alla fine del colloquio: sarà tua premura chiedere ai candidati se hanno qualche curiosità sull’azienda, sulla posizione o sulle mansioni che svolgeranno. Dedica loro il giusto tempo: indicativamente 30 minuti sono necessari!

Se il colloquio si terrà online, non dare al candidato l’impressione di essere interessato all’arredamento di casa sua: lo farà sentire estremamente a disagio. Fissa la telecamera, così avrà l’impressione che tu lo stia guardando negli occhi!

Se vuoi sapere di più non perderti la nostra miniguida sulle domande da poter fare ad un candidato durante il colloquio!

Selezione della risorsa

Il momento più difficile, quello della selezione! Se hai tutti gli elementi per scegliere, la ricerca del candidato è finita. Concentrati, valuta i tuoi parametri e i colloqui, e seleziona la persona giusta tra quelle che hai conosciuto. Una volta che la decisione è presa, comunica alla persona che è stata selezionata, e – se avevi predisposto retribuzioni diverse in base all’esperienza o alle competenze – comunica alla persona anche la retribuzione che hai stabilito. 

La ricerca e selezione con Jobtech

Trovare personale qualificato è una sfida. La digitalizzazione ha sicuramente ampliato le possibilità, in ogni ambito; ma è difficile non sentirsi un po’ frastornati, a fronte delle enormi possibilità di scelta e alla mole di informazioni che Internet fornisce.

Jobtech può essere un partner nella tua scelta. Il digital touch è quello che ci contraddistingue, ma l’attenzione alla persona e al suo valore umano è quello che ci guida nelle scelte.

Internet è il nostro mondo, ma le persone sono il nostro obiettivo. Ecco perché, se ci sceglierai, potrai contare sui nostri verticali di ricerca di personale per trovare la risorsa perfetta: commesse.it, contabili.it, camerieri.it, callcenter.it, magazzinieri.it e receptionist.it.

Sarà facilissimo, e i nostri recruiter si occuperanno della ricerca! Il nostro obiettivo è il match perfetto tra la risorsa e il candidato, ed è anche il tuo: le risorse portano valore alle aziende, che senza di esse non possono esistere.

La ricerca di personale qualificato online può essere ostica. Se vuoi conoscere le possibilità per la tua azienda, o come sfruttare i nostri verticali per la tua ricerca, non ti resta che contattarci per una consulenza!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

    Seleziona se sei un’azienda o un lavoratore, ti invieremo solo le notifiche che ti interessano.

    aziendalavoratore

    Success! Thanks for Your Request.
    Error! Please Try Again.
    Success! Thanks for Your Request.
    Error! Please Try Again.